Torna alla Home Cerca nel sito Contattaci FAQ Rss
 
Dimensione del testo
Alta accessibilitÃ
Cambia i colori
Leggi la pagina
Stampa
 

COMPETITIVITÀ DEL MERCATO DEL LAVORO LOCALE: LECCO AL 5° POSTO A LIVELLO NAZIONALE

3 agosto 2018

La provincia di Lecco è al 5° posto tra le 107 province italiane in una speciale classifica che misura la capacità di garantire un’ampia ed efficace partecipazione al mercato del lavoro locale nel 2017.

Lo certifica il terzo rapporto annuale su Le dinamiche del mercato del lavoro nelle province italiane , realizzato dall’Osservatorio statistico dei Consulenti del Lavoro e presentato lo scorso 29 giugno a Milano nell’ambito del Festival del Lavoro 2018.
 
Il dato conferma le soddisfacenti performance del mercato del lavoro lecchese registrate dall’I STAT in primavera, con un tasso di disoccupazione riferito al 2017 pari al 5,3% (settimi a livello nazionale con Bolzano miglior provincia italiana con il 3,1% di disoccupati).
 
Nel dettaglio, il 5° posto assoluto riguarda il livello di “competitività occupazionale” delle province italiane che si ricava da un indice sintetico di efficienza e innovazione del mercato del lavoro calcolato tenendo conto di cinque indicatori, di seguito analizzati.
 
Per quanto concerne il tasso di occupazione dei residenti tra 15 e 64 anni, la provincia di Lecco si classifica settima a livello nazionale, con una quota pari al 69,2% (prima Bolzano con il 72,9% e con una media nazionale pari al 58%).
 
Bene anche la posizione lecchese nelle classifiche riguardanti l’occupazione dei giovani tra i 15 e 29 anni, con una bassa percentuale di giovani inattivi (i NEET, ossia i giovani che non studiano, non sono iscritti a corsi di formazione e non lavorano) pari all’ 11,9% della popolazione giovanile in provincia, e con un tasso di disoccupazione dei giovani compresi tra i 15 e 24 anni pari al 14,9% (Venezia la migliore con solo l’8,3% di giovani disoccupati, ma con l’allarmante media nazionale del 34,7%).
 
Mediocre invece la posizione di Lecco nella classifica del gender gap , ossia lo squilibrio tra il tasso di occupazione maschile e femminile correlato alla suddivisione del carico familiare tra donne e uomini e al costo dei servizi di cura per i bambini: in questo caso la nostra provincia, con un tasso differenziale di genere pari al 17,2%, risulta solamente al 50° posto a livello nazionale, molto lontana dalla provincia più virtuosa (Trieste con un differenziale del 7,4%).
 
Molto bene il posizionamento negli ultimi due indicatori che compongono l’indice sintetico, cioè la quota di occupati con alte qualifiche (5° posto a livello italiano con il 41,7% del totale degli occupati a livello provinciale) e la quota di contratti da lavoro dipendente “standard”, ossia a tempo indeterminato, pari al 71,5% del totale degli occupati in provincia (Lecco al 4° posto a livello nazionale e non lontana da Varese, prima classificata con il 73%).

Links:
LINK
Borsa lavoro lombardia
Ministero Lavoro
Provincia di Lecco
INPS
INAIL
ASL Lecco
Ministero Innovazione P.A.
Leccolavoro
Regione Lombardia
Lavoro disabili
EURES
 
SITI TEMATICI
Iscrizioni corsi apprendisti
Donne
Extra comunitari
 
 
 
MAPPA | RICERCA | CONTATTI | NOTE LEGALI | FAQ